Misurare la velocità del proprio sito

pingdomOggi ho messo un pò a posto il blog.

Poca roba, ma mi sono accorta che il caricamento risulta lentissimo.

So per esperienza che se una pagina impiega troppo tempo a caricarsi la si abbandona, quindi per essere certa di quello che stavo facendo ho provato la velocità di caricamento su alcuni siti on line.

 

Ecco i link

gtmetrix

webpagetest

tools.pingdom

In tutti e sufficiente inserire il link al vostro blog nel campo di ricerca e far partire il test.

In tutti otterrete un indice di caricamento del sito.

In GTMetrix avrete un elenco dettagliatissimo dei tempi di caricamento di ogni “oggetto” del vostro blog con colori che rendono l’idea della velocità e lentezza con link all’oggetto in questione.

Potete vedere il risultato dei miglioramenti apportati andando alla sezione History.

In Webpagestest troverete in alto a finaco del vostro link una serie di icone quadrate contenti una lettera colorata. Cliccando su queste icone vedrete a cosa si riferiscono.

Icona rossa oggetto/pagina ecc molto lento al caricamento..

In Pingdom un badge con il grado di performance in una scala di 100, tempo di caricamento, tempi di risposta ecc , questo badge è condivisibile sui principali social network.

Nella scheda Performance Grade potete vedere per ogni oggetto, link,pagina ecc la velocità di caricamento.

 

A voi la parola: quali siti utilizzate per valutare queste performance?

 

 

Calcolatrice per Android

Se volete una calcolatrice furba, finalmente, vi consiglio di scaricarvi questa Calcolatrice plus 

calcolatrice plus

 

 

 

 

 

Funzioni base ed anche avanzate ma il vero plus è la possibilità di vedere le operazioni che si sono digitate in precedenza in modo da verificare eventuali errori in sequenze di digitazione lunghe .

In pratica come quando esistevano le calcolatrici con rotolo di carta, quando si aveva il dubbio di aver sbagliato a digitare e si srotolava la carta per verificare.

Un passo indietro solo virtuale che diventa immediatamente un passo avanti reale.

L’uso è semplicissimo e ci mette a disposizione un algoritmo molto buono per il calcolo immediato delle percentuali.

di più cosa volete?

E’ anche gratis!!

Cosa metto sul mio ipad nuovo fiammante?

Ok, ormai Natale è un ricordo lontano ma…
per chi ha ricevuto un ipad come regalo ecco alcune app che io trovo decisamente utili. O come direbbe un epserto dei “must have” 👿

A parte le app già presenti ecco cosa scaricare per leggere e prendere appunti:
Flipboard (gratis)> un giornale/rivista personalizzabile. Ci si può iscrivere a quasi tutto quello che ci interessa sul web dividendolo per categorie e guardandolo esattamente come si farebbe con un giornale. Nella mia personale classifica delle app una di quelle imperdibili.

Puoi persino collegare i tuoi social network (Facebook, Twitter, Google+) per leggere gli aggiornamenti sulla tua personale rivista.

Se poi credi di avere qualcosa da condividere puoi creare il tuo “magazine” personale , anche più di uno.

Le notizie interessanti poi le puoi condividere sui social, via mail o con sms (se lo hai su iPhone o altro telefono con Android)

Graficamente bello, comodo, consigliatissimo!

Pocket (gratis)> per leggere in un secondo momento un articolo, pagina web o simili, trovati on line. Si può sincronizzare dal browser del proprio pc così se mentre navigate dal vostro pc trovate una pagina interessante ma che non avete tempo di leggere potete salvarla su Poket e leggervela mentre andate al lavoro, sul divano ecc.

Pocket

 

 

 

 

Paper by 53 per disegnare: gratuito il download dell’app da pagare gli strumenti per il disegno . Molto cool

paperby53

 

 

 

 

 

 

 

 

Notability (costo 2,69) vale completamente il piccolo prezzo.

Per prendere appunti scrivendo a mano, con tastiera, sottolineando,evidenziando, creando forme geometriche. Permette di prendere appunti su file pdf e segnare o scrivere sulle fotografie.

Permette inoltre, ciliegina sulla torta, di registrare qualcuno che sta parlando quindi anche un relatore, professore ecc.

Mette a disposizione diversi strumenti e permette di salvare anche in pdf.

Permette di organizzare gli appunti e condividerli con altri per lavorare insieme.

Notability

 

 

 

 

 

 

 

 

Voi quali app usate?

 

Kindle: come caricare i libri – ebook

Ecco avete finalmente ricevuto un Kindle per Natale :-)

Benissimo!

Ora , non siete degli adepti alla tecnologia quindi vi chiedete e adesso? Come lo carico un libro dentro al Kindle?

Beh ,come al solito è molto più facile di quanto sembri.

Prima di tutto vi consiglio di registrare il vostro ereader.

Poi vi serve un libro del formato giusto; il Kindle legge i file formato AZW (che è il formato “proprietario”) , TXT, PDF, MOBI non protetto (formato diffuso in rete) , PRC nativo; HTML, DOC, DOCX, JPEG, GIF, PNG, BMP con conversione.

Allora se scaricate un file direttamente dal negozio Kindle ve lo ritroverete sul lettore in automatico e non dovete fare nulla se non iniziare a leggere.

Se avete già un testo in PDF (ad esempio un manuale o altro) sul vostro pc potete caricarlo come si fa con una chiavetta, collegatelo al computer con il cavetto usb che avete in dotazione. A questo punto il Kindle verrà riconosciuto come un qualunque altro supporto esterno (chiavetta ,hard disc ecc) e voi potrete caricare il file (spostandolo ,copiandolo, incollandolo ecc ecc) all’internod ella cartella “Documenti” del vostro ereader Amazon :-)

Staccate e iniziate a leggere :-)

Se avete a vostra disposizione molti libri e cominciate a sentire la necessità di avere un programma che vi aiuti a gestirli vi consiglio caldamente “Calibre”. Un favoloso programma gratuito che oltre a permettervi di gestire migliaia di libri vi permette anche di modificarne il formato per renderlo compatibile con tutti i lettori in commercio. In più ve li carica automaticamente.

Vi ricordo che il Kindle può contenere davvero una intera biblioteca per cui avanti…

Un articolo molto ben fatto (come al solito) che vi consiglio di leggere è quello di Andrea Beggi. Anche se l’articolo è datato , le informazioni sono ancora valide.

Guida all’uso del kindle

Quindi … buona lettura 😀

Salvare – “rippare” – i propri film dal DVD al computer con un semplice software free.

Per salvare un film che si possiede ,  dal DVD originale al proprio hard disc, potete utilizzare un semplicissimo software freeware che si chiama DVD Decrypter. Funziona con tutte le versioni di Windows.

Potete scaricarlo cliccando su  questo link

Una volta scaricato effettuate l’installazione sul computer nel solito modo. E’ un file molto leggero ma il software funziona davvero molto bene.

Per effettuare la copia basta inserire il DVD originale nel lettore poi aprire DVD decrypter e il programma in automatico troverà il DVD e visualizzandolo nel campo  “source” che vedete in alto.

372__DVDdecrypt1

 

 

 

 

 

Vi proporrà la regione per il codice di decriptazione, date l’ok.

In basso trovate il campo “destination”. Selezionate la cartella in cui volete vengano salvati i film e a questo punto cliccate sull’immagine del DVD che ha la freccia verso un Hard disc.

Il salvataggio inizierà immediatamente.

Al termine verrà suonato un allarme per informarvi del termine dell’operazione.

Se poi volete effettuare qualche personalizzazione potete andare in “Tools” > “Settings” e troverete tutte le possibili opzioni.

373__DVDdecrypt2

 

 

 

 

Se non siete esperti vi consiglio di lasciar fare al programma.

Il programma salva il film in formato DVD.

 

Funziona anche su win 8.1

Buon salvataggio.

 

 

 

Risoluzione del problema di memoria del Samsung Galaxy Ace s5830i.

Per chi lo avesse acquistato, anche se ormai si tratta di prodotto vecchio (rispetto ai canoni di rinnovamento dei prodotti come smartphone e compagnia bella) , suggerisco alcuni link dove trovare istruzioni dettagliate per sbloccare il cellulare e permettere così di sfruttarlo meglio.
purtroppo questo cellulare ha una quantità davvero “infima” di ram e Android se la beve tutta per le sue cose.
Anche se mettete una scheda SD esterna questa non sarà sufficiente. Arriverete presto ad avere un cellulare sempre a corto di memoria tanto da non permettervi nemmeno di scaricare gli sms !
Allora invece di cancellare le app potete seguire queste indicazioni e creare una partizione nella scheda esterna che il cellulare legge come memoria ram (questo per semplificare al massimo, non me ne vogliano i tecnici!).

Io ho seguito queste indicazioni e sono riuscita finalmente ad usare il Galaxy Ace plus appieno.

ATTENZIONE : qualunque attività di questo tipo sul telefono ne invalida la garanzia quindi OGNI AZIONE QUI DESCRITTA LA FATE  A VOSTRO RISCHIO E PERICOLO!!!!!
Detto ciò, io l’ho fatta e non ho avuto nessun tipo di problema…

ATTENZIONE QUESTA GUIDA VALE SOLO ED UNICAMENTE PER IL SAMSUNG  Galaxy Ace s5830i (CON LA “I” FINALE!) non vale per l’altro modello.

ATTENZIONE i procedimenti sono descritti molto bene ma non sono semplici per cui se siete neofiti lasciate perdere!

LEGGETE SEMPRE MOLTO BENE LE PROCEDURE , PROCURATEVI TUTTO IL NECESSARIO E POI PARTITE

Guida 1

Guida 2

 

 

Quinto anniversario dell Apple Store: tante App da scaricare gratis da subito.. correte!

92821e64d0Il 10 Luglio sarà il quinto anniversario dell’Apple Store e già da oggi possiamo scaricare tante App gratuite tra cui anche Traktor Dj il cui prezzo si aggira normalmente intorno ai 20 euro.

Sono disponibili anche giochi come infinty Blade o BadlandNoon-1

 

e app come Day One e Barefoot Atlasmzl.qzkrsmtl.320x480-75

Non perdete questa occasione.

 

Chord Archiver la app per iPad utile a chi suona.

Se siete tra quelli che come me amano suonare uno strumento tipo chitarra o pianoforte /tastiere, penso troverete utile usare l’iPad come “canzoniere” ovvero per tenere a portata di mano gli spartiti delle canzoni che volete suonare.

La cosa scomoda è dover cambiare pagina o far scorrere il testo con la mano quando le mani sono, per l’appunto, impegnate a suonare 👿

Ho cercato e  ho trovato una app per risolvere questo problema! (impossibile che non ci fosse nello sterminato negozio Apple!)

Si chiama Chords Archiver é gratuita e vi permette di cercare on line gli spartiti che vi servono con un apposito modulo di ricerca che si appoggia a Safari.

mzl.gllskhnu.480x480-75   Essendo,  come dice il nome, un archivio, ve li ordina per autore e per titolo.

La funzione però più comoda è quella che attiva , quando lo desiderate, lo scorrimento della pagina.

Basta impostare la velocità con cui volete che la pagina avanzi e il testo scorre davanti ai vostri occhi fluido e ben visibile visto che è anche possibile aumentare la dimensione del font, ottenendo una reimpaginazione ottimale dello spartito stesso e modificare lo sfondo da bianco a nero a seconda della luce presente dove state suonando.

Unico neo una volta trovati gli spartiti on line non esiste una modalità di importazione automatica, occorre utilizzare il vecchio caro copia incolla oppure aggiungere quelli che abbiamo già scaricato, ma tutto manualmente!

Ma possiamo perdonare questa mancanza.

Se vi servono altre informazioni eccovi il link al sito dello sviluppatore.

Altro link con immagini delle schermate.

Voi avete qualche altra app che usate per suonare?

 

Hakerare i mobili Ikea

Sinceramente non avevo mai pensato che ci fosse qualcuno con fantasia e manualità, che si mette di buzzo buono ad hackerare i mobili dell’Ikea e sinceramente mi sembra una grande idea…

LeggendDSC_7410-709686o notizie varie in giro epr la rete con Flipboard sono arrivata al sito Ikeahackers .

Vi consiglio vivamente di andare a vedere i post e prendere spunto per mobili davvero fai date.

Negli articoli trovate anche le info su come costruire quel modding…

Inoltre è possibile pubblicare i vostri lavori di modifica.

 

DJ Stolmen-726470IMG_0337

 

 

 

 

 

e via così.. davvero idee a fiumi!  😛

Quindi se siete partiti in versione bricolage eccovi un altro sito che propone idee e prodotti da acquistare, si chiama Holamama ma trovate idee interessanti anche su  Quando fuori piove

Eccovi altri link per blog che amano le modifiche ai mobili Ikea…

Miaikea.com

Mykea